Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

BOIS DU CAZIER, 23 GIUGNO 2021: GIORNO DEL 75° ANNIVERSARIO DELLA FIRMA A ROMA, NEL 1946, DEL PROTOCOLLO DI ACCORDO ITALO-BELGA, NOTO ANCHE COME ACCORDO “UOMO CONTRO CARBONE” («HOMME CONTRE CHARBON»)

Jour:

23/06/2021


BOIS DU CAZIER, 23 GIUGNO 2021: GIORNO DEL 75° ANNIVERSARIO DELLA FIRMA A ROMA, NEL 1946, DEL PROTOCOLLO DI ACCORDO ITALO-BELGA, NOTO ANCHE COME ACCORDO “UOMO CONTRO CARBONE” («HOMME CONTRE CHARBON»)

Si è tenuta oggi, 23 giugno, presso la sala “Forum” del Bois du Cazier a Marcinelle, la commemorazione ufficiale del 75° anniversario dell’accordo Italo-Belga del 23 giugno 1946, alla presenza di importanti autorità italiane, belghe e dell’Unione europea.

All’evento hanno partecipato Paul Magnette, Sindaco della Città di Charleroi, Francesco Genuardi, Ambasciatore d’Italia in Belgio, Elio di Rupo, Ministro-Presidente del Governo della Vallonia, il Ministro degli Affari Esteri, Sophie Wilmes (tramite videomessaggio) e David Sassoli, Presidente del Parlamento Europeo.

L’incontro è stato preceduto dal benvenuto del Presidente dell’ASBL Bois du Cazier, Jean Claude Van Cauwenberghe.
Hanno preso quindi la parola alcuni ex minatori e rappresentanti delle associazioni della comunità italiana in Belgio, nonché il presidente dell’Intercomites Belgio, Raffaele Napolitano, e Eleonora Medda, membro del Consiglio Generale degli italiani all’estero (CGIE).

Il Console Generale d’Italia a Charleroi, David Michelut, presente all’evento, ha condiviso alcuni dei momenti più significativi della cerimonia tra cui la proiezione di immagini d’archivio e di toccanti testimonianze dell’epoca, il canto dell’inno di Mameli, l’omaggio ai minatori e al memoriale delle vittime.

Nei pressi del Memoriale l’Ambasciatore Genuardi, il Presidente del Parlamento Europeo Sassoli e il Console Generale Michelut, assieme ai presenti, hanno assistito - durante l’inaugurazione di una targa commemorativa dell’evento - all’intonazione dell’inno europeo e hanno posato per alcune foto con le Associazioni degli ex-minatori, le Autorità belghe e la Presidenza del Bois du Cazier.

La cerimonia, conclusa nel tardo pomeriggio, si è svolta in un clima di cordialità, grande amicizia e rispetto ed è stata molto apprezzata dalla collettività tutta.

Il Consolato Generale di Charleroi ringrazia il Bois du Cazier per l’impeccabile organizzazione dell’evento, le Autorità belghe e di pubblica sicurezza, e in modo particolare la comunità italiana presente all’evento, vera protagonista vivente di un’epoca della quale è fondamentale mantenere il ricordo e trasmetterlo alle future generazioni.

 

 


562