Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

divorzio

 

divorzio

Trascrizione in Italia di una sentenza di divorzio pronunciata in Belgio

Prima di tutto, bisogna considerare che una sentenza di divorzio pronunciata all’estero non è considerata automaticamente valida in Italia. Al fine di essere efficace anche in Italia, deve essere riconosciuta dall'ordinamento italiano.

Detta procedura prevede l'inoltro, direttamente al competente Comune italiano o tramite il Consolato, della seguente documentazione, :

 

  • Se la sentenza di divorzio e' posteriore al 10.03.200 >>>>>>

1 - certificato di cui all'art.39 del Regolamento del Consiglio Europeo n. 2201/2003 del  27.11.2003 rilasciato dall'Autorità belga che ha emesso il provvedimento.
2 - trascrizione del divorzio nei registri di stato civile del Comune belga dove è stato celebrato il matrimonio.(*)
3 - copia del documento di riconoscimento dell'interessato.
4 - istanza da compilare e firmare (da scaricare qui)

  • Se la sentenza di divorzio e' anteriore al 10.03.2001 >>>>>>>

1 - trascrizione della sentenza rilasciata dal Comune che ha celebrato il matrimonio (*) + traduzione in italiano
2 - copia conforme della sentenza di divorzio rilasciata dal Tribunale belga + traduzione in italiano (**)
3 - copia del documento di riconoscimento dell'interessato.
4 - istanza da compilare e firmare (da scaricare qui)

(*) presso il Comune di Bruxelles se il matrimonio non era stato celebrato in Belgio.
(**) questo documento deve essere in copia certificata conforme con bollo autentico del Tribunale.

 

In ogni caso, si prega far pervenire per posta ordinaria (Rue Willy Ernst, 23- 6000  Charleroi) la documentazione necessaria, indicando un numero di telefono e una mail oppure  un appuntamento con l'ufficio di stato civile.

Se i documenti sono validi secondo la legislazione del luogo di emissione, l’Ufficio consolare provvede all’invio dei documenti al Comune italiano per la trascrizione della sentenza.


129