Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Celebrazioni commemorative per il 67° anniversario della tragedia di Marcinelle

IMG_8778
IMG_8778

Il 7 e l’8 agosto si sono svolte le celebrazioni commemorative della tragedia di Marcinelle, nelle cui miniere carbonifere morirono 262 lavoratori (di cui 136 italiani) a seguito di un drammatico incendio divampato la mattina dell’8 agosto 1956.

Il 7 agosto alle 17:00 il Consolato Generale d’Italia a Charleroi ha deposto un cuscino fiori davanti al Monumento Internazionale ai Caduti sul Lavoro a Marcinelle. Presenti sul posto anche rappresentanti delle autorità belghe, dei sindacati e dei paesi di origine dei lavoratori vittime della tragedia.

L’8 agosto presso la miniera di Bois du Cazier, alle 8:10, ora della catastrofe, 262 rintocchi di campana hanno ricordato gli altrettanti lavoratori. A rendere ancora più solenne il momento, un sorvolo di due tornado dell’Aeronautica Militare Italiana. Presenti anche il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Antonio Tajani, la Regina Paola Ruffo di Calabria e tanti altri esponenti delle istituzioni. Nel suo discorso l’On. Tajani ha voluto riaffermare la vicinanza dell’Italia alle famiglie delle vittime e enfatizzare l’importanza, sempre attuale, della sicurezza sul lavoro. L’Ambasciatore d’Italia in Belgio Federica Favi ha inoltre letto il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che in occasione di questa ricorrenza – che coincide con la Giornata Nazionale del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo – ha voluto ricordare come l’operato dei minatori italiani abbia contribuito a promuovere i più alti valori della nostra Costituzione.